mercoledì 2 agosto 2017

kathmandu la valle incantata ed antropologia post-glovbale 9 agosto ore 19.00 isola del cimìnema Roma



APN all'Isola del cinema-Piazza
San Bartolomeo all'isola
 
             Roma 9 agosto 2017 - ore 18,00   
                                  

Programma 1-15 agosto


PROGRAMMA APN  www.africanpeoplenews.it

Ore 18.00: registrazione presso stand Q8.
Visita della mostra fotografica: "Kathmandu, la valle incantata", allestimento a cura di ing. Maurizio Scarponi.



Ore 18,30: Presentazione del libro "Antropologia post-globale" di Antonio Luigi Palmisano.

     


Presenta:  Antonino Colajanni, antropologo
Autore: Antonio Luigi Palmisano, antropologo
Relatore: Evaldo Cavallaro, psicologo


Ore 20,00: Presentazione del libro "Kathmandu, la valle incantata" di Emanuela Scarponi - editore APN -


KATHMANDU: LA VALLE  INCANTATA

Da Varanasi a Kathmandu: sulle orme di Buddha


APN publisher


Introduce:AntonioLuigiPalmisano,
antropologo;
Relatore: Claudio Margottini, geologo (ISPRA)
Relatore:  dott.ssa Cristina Pacciani,   Capo Ufficio stampa (ISPRA).

Sommario
"Ganga Mai, Madre Gange, è davanti ai nostri occhi. Impossibile non essere rapiti dal suo richiamo leggendario e struggente. Decidiamo di seguirne il corso a ritroso, come per unirci in un magico afflato al viaggio di chi, dopo avere lasciato il corpo materiale, ha affidato le proprie ceneri alle sue acque. Così, dai fumi che s'alzano dalle pire lungo i ghats di Varanasi, nei cui pressi, a Sarnath, Siddharta, il Buddha storico, con il suo primo sermone mise in moto nel VI sec. a.C. la ruota del dharma, ci troviamo a ripercorrere un itinerario che ci condurrà lontano, alle pendici della maestosa catena himalayana.
Itinerario: Varanasi - Patna (lungo il Gange) - Bodhgaya-Vaishali - Kushinagar-Shravasti Kapilvastu - Lumbini- Chitwan National Park-Kathmandu (Patan-Bhaktapur

 
Breve curriculum vitae con foto

Emanuela Scarponi nasce il 28 gennaio 1965, in una Roma innevata, all'alba, All'età di 11 anni - siamo nel 1976 - compie il suo primo viaggio all'estero. Negli anni successivi visita l'Europa ed all'età di 16 anni ha già raggiunto l'Asia attraversando lo Stretto dei Dardanelli e l'Africa, tramite lo Stretto di Gibilterra. Nel 1982 sì iscrive all'Università, alla facoltà di Lingue e Letterature straniere, seguendo i corsi di lingue inglese, francese e spagnola, si specializza quindi in letteratura africana in lingua inglese con una tesi sull'Opera teatrale di Wole Soyinka. presso il Commonwealth Institute di Londra, città dove vive per circa un anno.
Professoressa di lingue (inglese, francese e spagnolo), dal 1987 al 1992 si dedica all'insegnamento delle lingue inglese e francese nelle scuole secondarie; nel 1992 diviene Stenografo parlamentare come il suo amato Charles Dickens, cui dedica la sua prima raccolta di poesie e si specializza, attraverso gli anni, nell'arte della parola, imparando a tradurre le proprie emozioni in arte letteraria. Diviene scrittrice: prima autore, poi editore-autore ed infine giornalista, dando avvio ad un giornale-radio web-tv in collaborazione con l'Isiao ed i suoi membri. Tra le altre si annoverano numerose poesie e pubblicazioni scientifiche sull'Africa. Si costituisce in Organizzazione non governativa e diventa editore di testata giornalistica, regolarmente registrata presso il tribunale di Roma nel novembre 2015. Si laurea a pieni voti presso l'Università LUMSA di Roma all'età di 22 anni con 26 esami (il regolare corso di studi ne prevede 20) e con una tesi sperimentale di letteratura africana in lingua inglese sull'opera teatrale di Wole Soyinka, scrittore nigeriano che vince il Premio Nobel nel dicembre 1986, a 3 mesi dalla discussione della tesi: intervista Wole Soyinka a Roma nel febbraio 1987. Riceve una borsa di studio per la sua laurea da Giovanni Spadolini. Compie il suo primo viaggio intercontinentale negli Stati Uniti nell'estate del 1987. Diventa membro onorario ordinario dell'ISIAO (Istituto italo-africano e per l'Oriente) per alti meriti conseguiti nel settore e pubblica il suo primo articolo sulla rivista accademica Africa - ISIAO - riguardo il Seminario internazionale di studi africani tenutosi a Castelporziano promosso dal senatore Fanfani.Nel 1990 collabora con la RAI in qualità di assistente ai programmi per il concorso Maria Callas, Voci nuove per la lirica, come esperta di pianoforte e di musica classica. Compie il suo primo lungo viaggio esplorativo nell'Africa Sud-sahariana nel 1988 attraversando in bus Tanzania, Zambia, Zimbabwe e Botswana per circa 2 mesi. Seguono poi viaggi in Sud Africa, Namibia dove torna varie volte attratta dalle popolazioni autoctone; visita Marocco e Tunisia nel Nord Africa. Reincontra Wole Soyinka nel 1998 a Siena in occasione delle elezioni tenutesi nel suo Paese, e poi a Roma, nel 2007.
Alterna i suoi viaggi in Africa con altri esplorando i diversi continenti: negli Stati Uniti, che diventano un punto di riferimento culturale; i Paesi del Centro America, con particolare riferimento al Messico ed alle Bahamas; l'Oriente, di cui visita l'Indocina (Vietnam, Laos e Cambogia); la Malesia, il Borneo e Singapore; il Medio-Oriente di cui visita la Giordania, dove torna per ben due volte; l'Israele e la Palestina.
Di tutti i suoi viaggi conserva materiale fotografico e film. Ad Angkor Wat in Cambogia (viaggio effettuato nel 1996) si appassiona alla fotografia. Visita infine l'India ed il Nepal nel dicembre 2015, trascorrendo il Capodanno a Kathmandu.
A causa del terremoto del 25 aprile 2015 decide di realizzare un resoconto di viaggio corredato di un réportage fotografico su Kathmandu ed un documentario realizzato in collaborazione con Tiziano Novelli, in ricordo della antica civiltà medievale Malla, dal titolo "Kathmandu: la Valle incantata"."Sulle orme di Buddha".


ore 21,00: Proiezione del documentario "Kathmandu, before and after april 25th 2015".
editore APN


Ore 22. 00 saluti presso stand Q8.

 La redazione APN

giovedì 27 luglio 2017

Roma 9 agosto 2017 - ore 18,30 APN all'Isola del cinema - isola Tiberina




   

Roma 9 agosto 2017 -
 ore 18,30

APN all'Isola del cinema - isola Tiberina
 





Emanuela Scarponi
KATHMANDU: LA VALLE  INCANTATA

Da Varanasi a Kathmandu: sulle orme di Buddha




APN publisher




Introduce:      Antonio Palmisano
Interviene:     Emanuela Scarponi     
Ospite:           Claudio Margottini
                                ***

Ore 19,30: Proiezione del documentario "Kathmandu, before and after april 25th 2015".




Ore 21: Presentazione del libro "Antropologia post-globale" di Antonio Luigi Palmisano
         


Introduce:      Emanuela Scarponi
Interviene:    Antonio Palmisano
                  ***
Visita della mostra fotografica:
Kathmandu, la valle incantata


 

APN approda all'isola del cinema 9 agosto 2017 ore 18,30

venerdì 5 maggio 2017

mostra fotografica Kathmandu, la valle incantata, di emanuela scarponi le piu belle foto

Kathmandu, la valle incantata di Emanuela Scarponi

Il festival dell'oriente di Roma ha dedicato una giornata al Nepal nel secondo anniversario del terremoto di Kathmandu avvenuto il 25 aprile 2015. il Festival dell'Oriente di Roma si sta tenendo presso la nuova fiera di Roma ed ormai la sua fama e' diffusa in tutta Italia. e' Organizzato da Federico Nicolini, tutto toscano. mercoledì 12 aprile 2017 Federico Nicolini pubblica il programma delle conferenze: tra queste con grandissima emozione leggo: Kathmandu Nepal 25 aprile 2017 Festival dell'Oriente Roma . NEPAL KATHMANDU Martedì 25 aprile 2017 -padiglione 5 SALA 2 - i punti all'ordine del giorno sono i seguenti: ore 13-14 Promozione dello sviluppo del turismo ecosostenibile nei Paesi africani ed Orientali Saluti deI Dott. Ing. Walter Mzembi, ministro del turismo dello Zimbabwe, e candidato a UNWTO, segretario generale dell'Organizzazione mondiale del turismo, patrocinata dall'Onu. Intervengono Dott.ssa Michelina Gabriè Sanquest, ambasciatore onorario del turismo dello Zimbabwe in Italia. Presentazione del testo teatrale "Corpi, numeri...Distanze..." editore APN.- Il Mediterraneo Dott.ssa Gaia Spera, autrice. Dott.ssa Emanuela Scarponi, editrice. Allestita poi la mostra fotografica del Nepal, segue dalle 19:00- 20:00 la Presentazione del Réportage: "Kathmandu: la Valle incantata: Sulle orme di Buddha", di Emanuela Scarponi - editore APN . Alla presentazione Intervengono Dott. Emanuele Barrachia, giornalista, Dott. ssa Emanuela Scarponi, autrice del reportage di viaggio "Kathmandu, la valle incantata"; dalle 20:00 alle 21:00 segue la proiezione del bellissimo documentario: "Kathmandu 2015 - Before and after" di Emanuela Scarponi - montaggio e musiche di Tiziano Novelli. Editore APN. Segue l'Intervista del Dott. Claudio Margottini, geologo ISPRA - governo - l' intervista del signor Dalla Valle, presidente della Onlus Helambu Nepal di Trento per il progetto di Bremang - Nepal- Intervengono: Emanuele Barrachia, giornalista; che commenta i punti più salienti del reportage; Emanuela Scarponi, autrice che racconta il viaggio ed il il motivo della sua iniziativa; dalle 21:00-alle 23:00 segue il buffet e Si visita la Mostra fotografica "Lungo il Gange, da Varanasi a Kathmandu" Allestimento della mostra fotografica di Ing. Maurizio Scarponi. Addetta alle Pubbliche relazioni Annamaria Palombi, esperta di salute e benessere, ha seguito corsi di aggiornamento presso il Festival. Provando e promuovendo prodotti di estetica, salute e benessere. Sono intervenuti tra gli altri Cristina Catacchio, fotografa ed esperta d'Africa; Eugenio Totti, medico, volontario della Ong Africanpeoplenews, che ha arricchito il dibattito rivolgendo domande su India e Nepal, Maurizio Scarponi che ha introdotto interessanti elementi di fisica quantistica nel quadro delle interpretazioni delle filosofie e religioni orientali; Roberto De Vito regista ha curato le fotografie della conferenza. Durante la giornata Si è svolta una videoconferenza con Claudio Margottini, ora nominato osservatore scientifico presso l' ambasciata italiana ad Il Cairo, dove verrà presentato prossimamente il progetto kathmandu, la valle incantata. Il festival dell'oriente, ricco di molteplici realtà, culture e tradizioni variegate, ha avuto luogo presso tre dei 6 padiglioni aperti della nuova fiera di Roma. Il 5, il 7, il 9. All'interno dei padiglioni 5 e 7 sono situate sale conferenze atte a divulgare molteplici materie e sono messe a disposizione dei conferenzieri, esperti di oriente. Il Festival, per addetti ai lavori, presenta comunque molte attrattive anche per i non esperti, ed ospita molteplici e meravigliosi balletti folkloristici orientali, danze e spettacoli di attori e danzatori che si esibiscono sul palco. Dopo l'entrata l'accesso agli spettacoli e' gratuito. Si trascorre una giornata intera immersi nel mondo d'Oriente, con sapori, colori, tessuti, profumi, spettacoli , filosofie, totalmente differenti dai nostri. Si percepisce che è per addetti perché gli standisti parlano solo inglese e non hanno biglietti da visita o riferimenti vari. Quindi il Festival d'Oriente, tipo l'Expo, apre proprio una porta verso nuovi mondi, che cominciano ad aprirsi sui nostri mercati occidentali. Vi fanno da padrone Cina e Giappone che sovrastano la scena nello spazio antistante dell'enorme padiglione che il visitatore si trova davanti. Molti sono i visitatori ma si circola facilmente all'interno dei padiglioni percorrendo i viali sospesi da terra, che li collegano gli uni agli altri, come in una moderna città occidentale.